registro elettronico docenti     registro elettronico famiglie

REGOLAMENTO ALUNNI SCUOLA DELL'INFANZIA

ORARIO SCOLASTICO
1 Gli alunni della scuola dell’infanzia entrano alle ore 8,00 ed escono alle ore 16,00 nei plessi di Stucchi, Gaslini, Palenco e M. T. di Calcutta; entrano alle ore 8,20 ed escono alle ore 16,20 nel plessodi Palombini.
2 Gli alunni entrano a scuola puntuali. I ritardi verranno annotati su appositi moduli. Non sono consentiti più di 5 ritardi al mese. Dopo sarà necessario recarsi in segreteria didattica per l’autorizzazione ad entrare.
3 L’entrata posticipata è consentita entro le 10,30;L’uscita anticipata sarà consentita nei seguenti orari: 12.00/12,30 -14.00/14,30 a seconda del regolamento di plesso.
4 Le entrate posticipate e/o le uscite anticipate sistematiche per tutto l’anno sono autorizzate dalla Direzione scolastica, previa richiesta scritta e certificazione medica.Le entrate posticipate e/o le uscite anticipate, dovute a visite specialistiche, laddove possibile devono essere comunicate in precedenza alle insegnanti di sezione.
5 I collaboratori scolastici faranno compilare un modulo predisposto per i genitori che accompagnano in ritardo i propri figli o che ne richiedano l’uscita anticipata.
6 In caso di assenze per malattia superiori a 5 giorni consecutivi (comprensivi delle festività), per la riammissione in classe è necessario presentare un certificato medico. In caso di assenze non dipendenti dallo stato di salute dell’alunno (settimane bianche, vacanze o altro) è sufficiente darne comunicazione scritta prima dell’inizio al docente.
7 Non è consentito agli alunni di uscire dall’edificio scolastico prima del termine delle lezioni. In caso di necessità i genitori dovranno preventivamente avvertire la scuola, compilare l’apposito modulo e venire a prelevare personalmente l’alunno(o delegare per iscritto un’altra persona maggiorenne che dovrà essere munita di documento di riconoscimento).
8 Al termine delle lezioni, l’uscita degli alunni avverrà sotto la sorveglianza dei docenti di turno e la collaborazione del personale ausiliario che li affideranno ai genitori o a persone fornite di delega scritta.
9 All’uscita degli alunni ,dopo un ritardo di 15 minuti del genitore,l’insegnante provvederà a contattarlo telefonicamente. In caso di irreperibilità della famiglia, l’insegnante provvederà ad avvertire le forze dell’ordine.
MENSA
10 A tavola si dovrà tenere un comportamento corretto e consumare esclusivamente ciò che verrà servito.
11 Non si potranno introdurre oggetti (zaini, giochi, carte …) che costituisconointralcio alla consumazione del pranzo.
GIOCO LIBERO
12 Gli alunni non devono portare a scuola oggetti potenzialmente pericolosi per sé e per altri. La mancata osservanza di questo divieto costituisce grave inflazione alla disciplina scolastica
13 La scuola non è responsabile dei beni, dei preziosi e degli oggetti dimenticati o lasciati nelle aule o in altri locali dell’edificio scolastico.
COMPORTAMENTO
14 Gli alunni sono tenuti ad aver nei confronti del Dirigente Scolastico, di tutto il personale scolastico e dei compagni, lo stesso rispetto, anche formale, consono ad una convivenza civile.
15 Negli eventuali spostamenti da un’aula all’altra e all’uscita da scuola gli alunni devono tenere un comportamento corretto ed educato. Non è permesso correre, uscire dalla classe senza autorizzazione, gridare nei corridoi e nelle aule ec.
16 Gli alunni possono recarsi in altre sezioni, in palestra, nei laboratori solo con l’autorizzazione e sotto il controllo di un insegnante che se ne assuma la responsabilità.
17 I servizi sanitari vanno utilizzati in modo corretto e devono essere rispettate le più elementari norme d’igiene e pulizia.
18 Saranno puniti con severità, tutti gli episodi di violenza che dovessero verificarsi tra gli alunni all’interno della scuola. Tutti devono poter frequentare la scuola con serenità senza subire le prepotenze degli altri.
19 Nelle aule e nei cortili ci sono appositi contenitori per la raccolta dei rifiuti: è necessario utilizzarli correttamente.
20 Ogni studente è responsabile dell’integrità degli arredi e del materiale didattico che la scuola gli affida: chi provocherà guasti e/o danni sarà invitato a risarcirli (DPR24 /06/1998n°249).
21 E’ obbligatorio un abbigliamento consono all’ambiente scolastico; l’uso del grembiule è a discrezione del team docente. In caso di manchevolezza da parte di alunni, verranno convocati i genitori.
CESTINO
22 Il cestino deve contenere solo l’occorrente per la merenda (bicchiere di plastica e tovaglietta). Non sono accettati oggetti di vetro.
RAPPORTI SCUOLA/FAMIGLIA
23 I genitori sono responsabili più diretti dell’educazione e dell’istruzione dei propri figli epertanto hanno il dovere di condividere con la scuola tale importante compito.
24 Sarebbe opportuno che i genitori cerchino di:- stabilire rapporti corretti con gli insegnanti, collaborando a costruire un clima direciproca fiducia e di fattivo sostegno;- controllare e leggere le comunicazioni;- partecipare con regolarità alle riunioni previste;- osservare le modalità di giustificazione delle assenze, dei ritardi e delle uscite anticipate;
25 In caso di sciopero del personale, la scuola avvertirà preventivamente le famiglie conapposito comunicato e con congruo anticipo. Non essendo garantito il regolare svolgimento delle lezioni, è possibilequindi che gli alunni presenti a scuola siano suddivisi in gruppi ed affidati, per la loro vigilanza, ai docenti e/o ai collaboratori scolastici non scioperanti. In situazione di emergenza verranno comunque impartite opportune disposizioni.
26 I colloqui individuali con le famiglie avvengono alla presenza e/o tengono conto comunque del parere di tutto il team docente della classe; si svolgono all’interno dei locali della scuola nei modi e nei tempi stabiliti dall’Istituto.
27 Eventuali necessità impreviste o particolari, potranno essere comunicate dalla famiglia (personalmente) ai docenti della classe e valutate nello specifico. Solo per problematiche di eccezionale gravità può essere consultato il Dirigente scolastico, tramiteappuntamento.
28 Per ragioni di sicurezza, durante lo svolgimento delle attività scolastiche, non è consentito l’accesso di estranei (anche genitori) alle aule, salvo in occasione di manifestazioni aperte all’esterno.
29 L’accesso in classe di esperti/genitori per progetti/attività specifiche (previste nel corso dell’anno scolastico) sarà autorizzata dal Dirigente scolastico.
30 Durante i colloqui e le assemblee non è consentito la presenza degli alunni né in classe né negli spazi scolastici. La scuola provvederà ad un servizio di baby-parking a pagamento(dove possibile).
31 Ogni anno scolastico la scuola richiederà alle famiglie la firma per la liberatoria prevista nel Regolamento per la privacy (foto, riprese televisive, mostre ecc.) con finalità esclusivamentedidattiche.
AVVISI
32 Le comunicazioni della scuola alle famiglie vengono fatte direttamente dai docenti ai genitori tramite cartello scritto esposto alle vetrate. Nel caso di comunicazione riservata si utilizzerà il telefono o lettera consegnata a mano al genitore.
ALTRO
33 Nel caso che gli alunni debbano assumere medicinali in orario scolastico, la famiglia chiederà autorizzazione alla scuola (presentazione di certificato medico e domanda scritta) per venire a somministrarlo. La scuola si organizzerà, con personale autorizzato al suo interno, per somministrare eventualmente il medesimo, al posto della famiglia, sempre con relative certificazioni. Occorre presentare al Dirigente Scolastico: certificato del medico curante che attesti la cura come necessaria, somministrabile a scuola, posologia e tempi; liberatoria da parte del genitore verso la scuola.
34 Se viene dimenticato qualcosa dagli alunni nell’edificio, non si può entrare a riprenderlo al di fuori dell’orario scolastico. Quanto dimenticato, si recupererà il giorno dopo.