registro elettronico docenti     registro elettronico famiglie

REGOLAMENTO ALUNNI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

ORARIO SCOLASTICO
1

Gli alunni della scuola media entrano alle ore 8,00 ed escono alle ore 14.00;  il lunedì ed il mercoledì gli alunni delle sezioni di tempo prolungato escono alle ore 16,00. L'orario di entrata deve essere rigorosamente rispettato. Eventuali ripetuti ritardi incideranno sul voto del del comportamento e saranno segnalati al Dirigente Scolastico che provvederà ad inviare comunicazione per richiamo, alle famiglie.

 

2 Gli alunni entrano a scuola puntuali, al suono della campanella. I ritardi verranno annotati sul registro di classe e dovranno essere giustificati dai genitori il giorno successivo tramite libretto.
3 Gli alunni sono tenuti a frequentare regolarmente le lezioni, a favorire lo svolgimento e ad assolvere assiduamente gli impegni di studio. La presenza è obbligatoria anche per tutte le attività organizzate e programmate in tempo utile.In caso di assenza, si deve presentare , al rientro in classe, la giustificazione firmata da uno dei due genitori (che avrà depositato la firma sul libretto c/o la segreteria didattica) o da chi ne fa le veci.
4 Non è consentito agli alunni di uscire dall’edificio scolastico prima del termine delle lezioni. In caso di necessità, i genitori dovranno preventivamente avvertire la scuola tramite richiesta scritta sul libretto e venire a prelevare personalmente l’alunno(o delegare per iscritto un’altra persona maggiorenne che dovrà essere munita di documento di riconoscimento).
5 Quando le richieste di uscite anticipate o di ingressi ritardati sono numerosi, il C. d. C. informerà per iscritto la famiglia.
USCITA DALL’AULA
6 Al termine delle lezioni, l’uscita degli alunni avverrà sotto la sorveglianza dei docenti di turno e la collaborazione del personale ausiliario.
7 I genitori dovranno attendere l’uscita dei propri figli fuori del cancello ove possibile.
8 Durante le lezioni si consente l’uscita ai servizi solo ad un alunno per volta e per necessità.
MERENDA/GIOCO LIBERO
9 Durante l’intervallo antimeridiano per la merenda e quello pomeridiano gli alunni rimangono sempre sotto la sorveglianza dell’insegnante, mentre al personale ausiliare è affidata la vigilanza nei corridoi e presso i servizi igienici.
10 Gli alunni non devono portare a scuola oggetti potenzialmente pericolosi per sé e per altri. La mancata osservanza di questo divieto costituisce grave inflazione alla disciplina scolastica
11 La scuola non è responsabile dei beni, dei preziosi e degli oggetti dimenticati o lasciati nelle aule o in altri locali dell’edificio scolastico.
COMPORTAMENTO
12 Gli alunni sono tenuti ad aver nei confronti del Dirigente Scolastico, di tutto il personale scolastico e dei compagni, lo stesso rispetto, anche formale, consono ad una convivenza civile.
13 Al cambio d’insegnante, negli eventuali spostamenti da un’aula all’altra e all’uscita da scuola gli alunni devono tenere un comportamento corretto ed educato. Non è permesso correre, uscire dalla classe senza autorizzazione gridare nei corridoi e nelle aule ecc.
14 Gli alunni possono recarsi nella sala insegnante, in biblioteca, in palestra, nei laboratori solo con l’autorizzazione e sotto il controllo di un insegnante che se ne assuma la responsabilità.
15 Durante gli intervalli gli alunni dovranno seguire le indicazioni degli insegnanti e dei collaboratori scolastici ed evitare tutti i giochi che possono diventare pericolosi.
16 I servizi vanno utilizzati in modo corretto e devono essere rispettate le più elementari norme d’igiene e pulizia.
17 Saranno puniti con severità, tutti gli episodi di violenza che dovessero verificarsi tra gli alunni all’interno della scuola. Tutti devono poter frequentare la scuola con serenità senza subire le prepotenze degli altri.
18 Nelle aule e nei cortili ci sono appositi contenitori per la raccolta dei rifiuti: è necessario utilizzarli correttamente.
19 Ogni studente è responsabile dell’integrità degli arredi e del materiale didattico che la scuola gli affida: chi provocherà guasti e/o danni sarà invitato a risarcire i danni.Gli alunni sono tenuti a presentarsi a scuola con un abbigliamento adeguato, a rispettare le strutture, attrezzature, e sussidi didattici.
COMPITI A CASA
20 Si richiede la collaborazione costante alla famiglia e sarà cura dei docenti porre attenzione alla distribuzione settimanale degli impegni di studio.
LA CARTELLA
21 La cartella deve contenere il materiale occorrente alle attività didattiche. Essa viene portata a casa ogni giorno, ma solo con il materiale indispensabile.
22 Gli alunni sono tenuti a portare a scuola solo l’occorrente per i compiti, le lezioni e l’eventuale merenda. Non è consigliabile portare somme di denaro e oggetti di valore. La scuola, in ogni caso, non risponde comunque di eventuali furti.
23 Gli alunni devono portare quotidianamente il “quaderno delle comunicazioni scuola/famiglia” che è il mezzo di comunicazione costante tra scuola e famiglia.
RAPPORTI SCUOLA/FAMIGLIA
24 I genitori sono responsabili più diretti dell’educazione e dell’istruzione dei propri figli e pertanto hanno il dovere di condividere con la scuola tale importante compito.
25 Sarebbe opportuno che i genitori cerchino di:-trasmettere ai ragazzi che la scuola è di fondamentale importanza per costruire il loro futuro e la loro formazione culturale;-stabilire rapporti corretti con gli insegnanti, collaborando a costruire un clima di reciproca fiducia e di fattivo sostegno;-controllare, leggere e firmare tempestivamente le comunicazioni sul quaderno delle comunicazioni scuola/famiglia;-partecipare con regolarità alle riunioni previste;-favorire la partecipazione dei figli a tutte le attività programmate dalla scuola;-osservare le modalità di giustificazione delle assenze, dei ritardi e delle uscite anticipate;-sostenere gli insegnanti controllando l’esecuzione dei compiti a casa;-educare ad un comportamento corretto durante la mensa.
26 In caso di sciopero del personale, la scuola avvertirà preventivamente le famiglie con apposito comunicato e con congruo anticipo. Non sempre sarà possibile il regolare svolgimento delle lezioni. E’ possibile, quindi, che gli alunni presenti a scuola siano suddivisi in gruppi ed affidati, per la loro vigilanza, ai docenti e/o ai collaboratori scolastici non scioperanti. In situazione di emergenza verranno comunque impartite opportune disposizioni.
27 Allo scopo di mantenere vivo e proficuo l’affiatamento tra le famiglie e la scuola, i genitori sono invitati ad utilizzare al massimo le occasioni offerte partecipando alle assemblee di classe ed ai colloqui individuali.
28 L’ingresso in aula del genitore non è consentito se non per seri motivi e solo dopo essere stato annunciato, dal collaboratore, all’insegnante di turno. Per altre veloci comunicazioni si deve far uso del quaderno delle comunicazioni scuola/famiglia.
29 Durante i colloqui e le assemblee non è consentito la presenza degli alunni né in classe né negli spazi scolastici.
AVVISI
30 Le comunicazioni della scuola alle famiglie vengono inviate, di norma, per mezzo del quaderno delle comunicazioni scuola/famiglia o di avvisi prestampati e devono essere firmati dai genitori per presa visione. L’insegnante verifica se l’eventuale avviso è stato firmato. Nel caso di comunicazione riservata si utilizzerà il telefono o lettera consegnata dall’alunno.
31 Le assenze degli alunni vanno sempre giustificate; per quelle che vanno oltre i cinque giorni consecutivi si richiede la presentazione del certificato medico. Le assenze devono essere giustificate dai genitori tramite l’apposito libretto e devono essere presentate al rientro in classe, all’inizio della prima ora di lezioneall’insegnante che provvederà a controfirmare e a prendere nota sul registro. L’alunno che non giustifichi l’assenza entro 3 giorni dovrà essere accompagnato da un genitore o da chi ne fa le veci. In caso di ripetute assenze, su segnalazione dei docenti della classe, potranno essere inviate tempestive comunicazioni scritte alle famiglie,
ALTRO
32 Gli alunni non possono utilizzare, dentro la scuola, i cellulari; per eventuali necessità devono fare uso del telefono della scuola (previa autorizzazione dell’insegnante di classe).
33 Nel caso che gli alunni debbano assumere medicinali in orario scolastico la famiglia chiederà autorizzazione alla scuola ( presentazione di certificato medico e domanda scritta per le varie necessità) per venire a somministrarlo. La scuola si organizzerà, con personale autorizzato al suo interno, per somministrare eventualmente il medesimo, al posto della famiglia, sempre con relative certificazioni.
34 Se viene dimenticato qualcosa dagli alunni non si può entrare al di fuori dell’orario scolastico, nell’edificio a riprenderlo, ma si recupererà il giorno dopo.
PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
35 L’aggressione verbale, rivolta sia agli adulti sia ai coetanei, verrà sanzionata attraverso una nota disciplinare trascritta sul registro di classe e comunicata per iscritto ai genitori.
36 Atti di violenza e di bullismo saranno sanzionati con la sospensione di durata commisurata alla loro gravità.
37 I danni conseguenti ad atti di vandalismo saranno risarciti dai genitori e agli alunni saranno irrogate le sanzioni disciplinari stabilite dal Consiglio di Classe. In caso di deturpazione del decoro degli ambienti della scuola sarà immediatamente interrotta l’attività didattica e gli alunni saranno chiamati a ripristinare il decoro dando opportuna informativa dell’intervento educativo ai genitori.
38 In caso di sottrazione di oggetti e/o di materiale didattico, qualora quanto sottratto non venga restituito, si provvederà al ripristino dei beni sottratti ripartendo la spesa conseguente su tutti gli alunni della/e classe/i.